Tag: Dettati ortografici

dettati-ortografici

Dettato con le parole capricciose

Dettati ortografici – PAROLE CAPRICCIOSE

dettato-ortografico-parole-capriccioseDettati ortografici – Tutti al lavoro!

Oggi a casa di Michela è una giornata di festa e sono tutti al lavoro.

Il papà ha deciso di fare il cuoco e, per l’occasione, cuocerà una zuppa che riscuoterà un grande successo.

Anche Michela che oggi non è andata a scuola, aiuta il papà in cucina e prepara una torta a forma di cuore.

La mamma scuote i tappeti e riordina la casa. Tutti sono al lavoro tranne Luca che gioca con il circuito delle macchinine.

Dettati ortografici – La cuoca Pasqualina

La cuoca Pasqualina non sa cucinare, combina tanti guai, senza stancarsi mai.

La bistecca è dura come il cuoio, così cuoce le frittelle.

Ha il cuore a pezzi per l’arrosto rinsecchito. Nella teglia cuoce un taccuino.

A scuola  di cucina la cuoca Pasqualina deve tornare altrimenti non saprà mai cucinare.

Dettati ortografici Frasi da dettare con le parole capricciose

  • Il cuoco prepara un piatto prelibato.
  • La nonna mi ha comprato un palloncino a forma di cuore.
  • Gli scarponi di mio zio sono di vero cuoio.
  • Lisa osserva un’innocua farfalla che scuote le ali.
  • Ho visto un pilota correre in auto nel circuito.
  • La mamma di luca cuoce la zuppa.
  • Mi piace andare a scuola perché imparo tante nuove cose.
  • I lavoratori riscuotono lo stipendio.
  • Le segretarie prendono appunti sul loro taccuino.
  • Il bambino continua a percuotere la sabbia col bastone.
  • La lettura di quel libro è stata proficua.
    

Dettato ortografico suono – GLI

Dettato per migliorare e rinforzare le competenze ortografiche – GLI

Dettato ortografico – Il coniglio Guglielmo

E’ un mattino di luglio. Il coniglio Guglielmo dorme tranquillo sotto un tiglio. A un tratto viene svegliato dal raglio di un asino della fattoria vicina. Apre gli occhi e spicca un salto nel campo pieno di germogli.

Poi vede il pagliaio, corre, lo raggiunge ed esclama: “Quanta paglia!”

“A scuola con Fred. Grammatica e scrittura. Editrice Ardea”

Dettati ortografici – La minestra saporita

Ungere la padella con un pizzico d’olio, spezzettare un tiglio, un trifoglio, un aglio, un giglio e un bargiglio … e la minestra saporita va subito servita.

Dettati ortografici – Il coniglio Luglio

Il coniglio Luglio con la moglie, due figli e una figlia posa sulla tovaglia due sogliole e una foglia,poi piglia una pagliuzza e fa il solletico a una triglia che puzza.

FRASI CON I SEGUENTI SUONI GL-GN-SC
  • L’unicorno è un meraviglioso cavallo bianco con un corno in fronte.
  • Guglielmo è il mio migliore amico.
  • In Italia il petrolio scarseggia.
  • I miei nomi preferiti sono Cecilia e Giulio.
  • In quinta affronteremo i milioni e i miliardi, le cifre che superano le migliaia.
  • “Allievo” è sinonimo di “alunno” e “scolaro”.
  • Un coniglio e suo figlio mangiano i quadrifogli.
  • I coniglietti sono a scuola e ascoltano la lezione.

Recupero in ortografia. Percorso per il controllo consapevole dell’errore. CD-ROM

Recupero in ortografia. Esercizi per il controllo consapevole dell’errore

Come promuovere una scuola realmente inclusiva, dove le differenze non siano solo accolte, ma anche stimolate, valorizzate?

Pizza, osso, pollo, gabbia, tappo, terra, settembre, Anna, freccia.

La mia gatta salta sul tetto di Nicoletta.

Un gallo corre nel prato di Fiorella.

Riccardo e Pietro costruiscono una capanna.

La mamma trovò un canotto in soffitta.

Ho ripassato la filastrocca “Brunello il monello”.

Tra pochi giorni inizieranno le vacanze di Pasqua.

Il cuoco prepara la pizza a quattro bambini.

Cecilia e Chiara portano a scuola il quaderno a righe.

La cintura dei pantaloni del papà è di cuoio.

La mattina di Pasqua ho dato, con tutto il cuore un bacio alla mamma ed al papà.

I cuochi preparano un’insalata russa.

Il prossimo martedì, a scuola, faremo tante prove per la recita di fine anno scolastico.

Quando eseguo la verifica sento il mio cuore battere forte.

Durante questo mese è piovuto tantissimo: è proprio vero: aprile ogni goccia un barile!

Questa mattina la mamma ha comprato del prosciutto cotto.

Quattro miei amici sono andati in campagna ed hanno trovato quindici piccoli quadrifogli che portano tanta fortuna.

A pochi passi dalla nostra scuola si trova uno scivolo gigante.

Le parole capricciose sono quattro: cuore, cuoco, scuola, cuoio.

Uno sceriffo molto astuto insegue un pericoloso criminale con la macchina della polizia e riesce, dopo una lunga corsa nella palude, a farlo cadere nello stagno e a catturarlo.

La mia mamma ha quarantaquattro anni.

Lo squalo bianco è il più grosso pesce predatore.

Non molto tempo fa ho fatto un brutto sogno e ho avuto molta paura.

Al mercato si sentivano le urla del pescivendolo: “Pesce fresco!”.

L’acqua è indispensabile per la vita degli uomini sulla Terra.

Il nostro corpo è composto in massima parte da acqua.

L’acquedotto porta nelle nostre case l’acqua che ci serve per lavarci, pulire gli indumenti, la casa ed innaffiare le piante.

Dettati ortografici – Lucrezia la golosona (1^ parte)

Il maestro Ercole comprò un bel salamino per il pranzo. Arrivato a casa lo mise sul tavolo della cucina. La gatta Lucrezia dormiva tranquilla sul divano ed osservava rapita i pesciolini tropicali che guizzavano da una parte all’altra dell’acquario.

Lucrezia la golosona (2^ parte)

Ad un certo punto sentì un magnifico odorino: era quello del salamino posato sul tavolo della cucina. Le venne subito l’acquolina in bocca. Ercole si sedette per mangiare quando squillò il telefono. Mentre si recava a rispondere Lucrezia, più veloce di un fulmine, saltò nel piatto e gli rubò il salamino.

Lucrezia la golosona (3^ parte)

Terminata la conversazione al telefono Ercole torna in cucina, ma il piatto è vuoto. Dallo stupore e dalla rabbia al maestro è uscito persino il fumo dalle orecchie e corre alla ricerca di Lucrezia.

Lucrezia la golosona (4^ parte)

Corre di gran fretta nel giardino. La trova sotto un albero di limone che si lecca i baffi bianchi, lunghi e sottilissimi. Poi per farsi perdonare, si rotola sul terreno e fa “ron, ron”; Ercole si commuove e, ancora una volta, non la sgrida.

Buon lavoro a tutte le colleghe e a tutte le mamme che vogliono rinforzare le abilità ortografiche dei bambini.

 Altri testi che vi possono aiutare a rinforzare le abilità ortografiche dei vostri alunni o di vostro figlio:
Il libro dei dettati. Esercitare e verificare le abilità ortografiche, fonetiche e fonologiche

Raccolta di dettati ortografici:

Dettati ortografici per l’inizio dell’anno scolastico