Tag: Arte

Faces: quando l’arte si osserva tramite un’app

Art Stories, un modo per far conoscere l’arte ai bambini, giocando.

Proprio così, nasce con questo obiettivo un’app gratuita che permette ai più piccoli di avvicinarsi al meraviglioso mondo delle opere d’arte, osservandole da vicino attraverso l’uso di uno smartphone o un tablet. L’ideatore e sviluppatore di quest’idea è Bartolomeo, il quale cerca di far comprendere l’importanza di questa materia.

Continua a leggere

Dipingere con le bolle di sapone

Dipingere con le bolle di sapone è un’attività semplice e divertente adatta ai bambini del nido e della scuola dell’infanzia.

Se volete organizzare un passatempo diverso per i vostri bambini, vi consiglio di provare a colorare con le bolle di sapone.

Il divertimento è assicurato!

dipingere-con-le-bolle-di-sapone-

Dipingere con le bolle di sapone è sicuramente una tecnica alternativa e divertente che permetterà ai bambini (anche i più piccini che frequentano l’asilo nido) di creare dipinti insoliti, magici, trasparenti e colorati.

Per rendere l’attività più emozionante per i bimbi raccontate loro che stanno preparando una pozione magica … la fantasia dei bambini li trasporterà in un mondo fantastico.

Ma cosa serve per dipingere con le bolle di sapone?

Materiale necessario per dipingere con le bolle di sapone:

  • sapone per i piatti (1 tazza);
  • 2 ciotole;
  • cannucce
  • 2 colori di pittura a tempera (1 cucchiaino ciascuno);
  • frusta;
  • carta bianca (tagliata a metà);
  • giornale;
  • grembiule (opzionale).

Cosa fare:

  1. mettere il sapone per i piatti in ogni ciotola;
  2. mescolare un colore di pittura a tempera in una delle ciotole. Ripetere lo stesso con l’altro colore;
  3. fare soffiare ai bambini nelle ciotola usando la cannuccia finché non otterrete molte bolle colorate;
  4. adagiare con cura un foglio di carta su una ciotola di bolle, in modo che le bolle aderiscano poi sollevarlo delicatamente e adagiarlo (con il lato della bolla rivolto verso l’alto) su  un giornale per asciugarlo;
  5. osservate con i bambini le bolle scoppiare. La pittura disegnerà bellissime forme geometriche.

I bambini aspetteranno con gioia ed emozione lo scoppio delle bolle e vorranno ripetere più volte il lavoro.

Buon divertimento!

Ti può interessare:

Raffreddore: un gioco per insegnare ai bambini piccoli come soffiarsi il naso

Bolle di sapone fai da te

Ricetta per fare la neve finta

Ricetta o, meglio, ricette per fare la neve finta!

La neve finta è un elemento utilissimo per per imbiancare presepe, addobbi e decori, ma soprattutto per creare la giusta atmosfera natalizia. Di seguito 4 ricette e alcuni tutorial per prepararla in poco tempo e spendendo pochissimo.

Continua a leggere

foto-arte -scuola-infanzia-nido-rapporto-genitori-scuola foto-arte -scuola-infanzia-nido-rapporto-genitori-scuola

Celebrazione dei lavori (attività per migliorare il rapporto scuola famiglia nella scuola dell'infanzia e nel nido)

Ogni anno presso la scuola dell’infanzia e del nido Little England di Brescia le maestre organizzano un momento molto atteso da grandi e piccini: la celebrazione dei lavori. L’obiettivo è quello di potenziare il rapporto di collaborazione fra la scuola e la famiglia.

Questo evento viene progettato seguendo la tradizione delle scuole anglosassoni.

 

I genitori vengono invitati a scuola e le insegnanti, con l’aiuto dei bambini, espongono tutti i lavori svolti durante i mesi precedenti.

E’ un momento molto bello:

– i bambini aprono le porte del loro mondo e possono mostrare e spiegare come trascorrono le loro giornate a mamma e papà:

– i genitori possono passare del tempo nella sezione e conoscere meglio le attività svolte.

Di seguito alcune fotografie scattate durante la celebrazione dei lavori:

foto-arte -scuola-infanzia-nido-rapporto-genitori-scuola

Per informazioni: www.littlengland.it oppure 030 2511684 (nido/infanzia) 030 322280 (primaria), 030 320136 (secondaria di I grado).

L’arredamento del nido e della scuola dell’infanzia Little England si ispira al modello montessoriano e alle scuole di Reggio Emilia ed è stato acquistato in prevalenza dalla ditta Isaff arredi.