foto-come-mantenere.in-ordine-il-materiale-scolastico foto-come-mantenere.in-ordine-il-materiale-scolastico

Letture per i primi giorni di scuola: "I facoceri fanno le …"

Letture per i primi giorni di scuola: “I facoceri fanno le …”

di Stefania Rizzardi

Letture per i primi giorni di scuola: I facoceri fanno le ...

 

Per tutti i colleghi che quest’anno insegnano in classe prima o alla materna consiglio questo libro di Simone Frasca: “I facoceri fanno le …”.

Noi lo utilizziamo tutti gli anni, i bambini ridono tantissimo e si affezionano tanto a questo dolce personaggio che ricorda un bimbo di 45 anni.

Nel testo, ricco di immagini, l’autore racconta la storia dell’elefantino Giulio e del suo primo giorno di scuola.

L’elefantino Giulio è arci-contento: sta per cominciare la scuola e non vede l’ora di farsi tanti nuovi amici! Ma la mamma e il papà lo mettono in guardia: le scimmie sono tutte ladre, i formichieri dei gran ficcanaso e i rinoceronti, con quei corni sul naso bucano il sedere! Ma sarà proprio così?

E poi ci sono i facoceri …. aiuto, tutti sanno cosa sanno fare bene i facoceri …. e, quindi, i genitori di Giulio gli consigliano di giocare solo con gli elefanti perché uguali a lui. Giulio tristemente si reca a scuola ma, fortunatamente, non ascolta i suoi genitori e piano piano fa amicizia con gli animali più diversi. Alla fine conosce anche il facocero e mostra a mamma e a papà cosa ha imparato da lui.

A voi la lettura …

  • Titolo: “I facoceri fanno le …”
  • Autore: Simone Frasca
  • Formato: Brossura, 12 x 19 cm
  • Pagine: 36
  • Editore: Piemme
  • Collana: Il battello a vapore. Serie arcobaleno
  • Anno: 2008

Meraviglioso!

Puoi acquistare il libro qui:

 

 

"Asilo nido", "Inserimento", "Scuola dell'infanzia"

Commenti (4)

    • Che bello leggere il tuo commento. Nella mia scuola ogni anno leggiamo il tuo libro per accogliere i bimbi di prima; grazie a te per la gioia che regali ai nostri bimbi: ridono tantissimo e si divertono a rappresentare i personaggi. 🙂

  • cara Stefania, il libro l’ho scritto l’anno dopo per Giulio, il mio bimbo, che entrava alla materna. era il suo libro di accoglienza.Sapere che è diventato anche il vostro è la soddisfazione più grande .
    grazie ancora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.