Neo genitori – Consigli utili per aiutare mamma e papà ad affrontare le paure

Neo genitori – Consigli utili per aiutare mamma e papà ad affrontare le paure

Essere neo genitori significa lottare contro le prime ansie, ovvero quelle dettate dal carico delle responsabilità e dalla paura di non essere sufficientemente capaci di intervenire in caso di problematiche di salute e altri disagi similari. Ecco quindi che, chi diventa mamma o papà per la prima volta può acquisire la giusta sicurezza nell’essere genitore semplicemente informandosi e formandosi da pedagogisti, dottori e altri esperti di psicologia e medicina infantile.

6 consigli utili per mamma e papà

1. Lamento del bambino nel sonno

Il sonno agitato neonato può essere collegato a tantissimi fattori, come ad esempio lo stomaco molto piccolo. I pediatri infatti raccomandano di allattare solo su richiesta il bambino, in modo che sia quest’ultimo a regolarsi sulle quantità di latte da assumere. Chi non allatta al seno deve inoltre imparare a dare il biberon in maniera corretta, preferibilmente in posizione semi-seduta con la testa
leggermente sollevata. In fase post poppata invece o post biberon, meglio prediligere la posizione sdraiata, sulla schiena (ovvero la posizione anti soffocamento da seguire anche in culla). Niente di impossibile da imparare con l’aiuto di un bravo medico o di una puericultrice.

2. Peso del bambino

Una cattiva abitudine da non prendere è quella di pesare il bambino ogni giorno, con il rischio di fossilizzarsi sulla sua crescita. Se il piccolo risulta attivo, vivace e risponde correttamente ai comandi, significa che sta mangiando bene. Il momento della bilancia è meglio rimandarlo durante il controllo del pediatra.

3. Cambio del pannolino

Onde evitare arrossamenti, irritazioni e piaghe è sempre consigliato cambiare con frequenza il pannolino, specialmente se si ha la sensazione che la marca usata tenda a rimanere umida e a non asciugarsi bene. Il lavaggio del bambino invece deve avvenire sempre con acqua calda e sapone esclusivamente neutro.

4. Taglio delle unghie

Le unghie dei neonati crescono in fretta ed il momento migliore per tagliarle è sempre durante i riposini. La consistenza delle unghie dei bambini è nettamente più morbida rispetto a quella degli adulti, pertanto durante il taglio è opportuno utilizzare delle forbicine apposite, facilmente reperibili in farmacia o nei negozi per neonati.

5. Ferita del cordone ombelicale

Per quanto riguarda la ferita del cordone ombelicale non è necessario ricorrere a fasciature o coperture di altro tipo rispetto alla normale garza. L’unica accortezza da seguire riguarda il bagnetto, durante il quale il cordone deve essere lavato tamponandolo leggermente con un asciugamano umido. Dopo il lavaggio del corpo inoltre è bene asciugare con cura la zona ombelicale. Se si nota la fuoriuscita di sangue è opportuno consultare il pediatra.

6. Posizione e forma della testa

La posizione della testa del bambino mentre viene tenuto in braccio è importante, in quanto è sempre necessario sorreggerla saldamente e allo stesso tempo con delicatezza. Per quanto riguarda la forma invece, difficilmente alla nascita risulta simmetrica. Può apparire infatti leggermente appiattita o con piccole deformazioni, normalissime e solitamente risolvibili con il tempo. In linea generale quando il bambino comincia a muovere la testa in autonomia, anche quest’ultima raggiungerà la sua forma definitiva.

 

Immagine in evidenza fonte Pixabay

Neonato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.