Dettato ortografico (PAROLE CON SCIE)

PAROLE CON SCIE

Dettato ortografico per consolidare l’applicazione dell’eccezione SCIE.

Il moscerino Tobia

Il moscerino Tobia era un piccolo incosciente.

Sua mamma era un’insegnante di scienze, suo papà uno scienziato.

Ma a lui, della scienza, non importava nulla! Lui voleva fare l’attore! Sognava i film d’azione e di fantascienza e non studiava mai.

Vicino alla casa di Tobia c’era un grande albergo. Ogni giorno Tobia chiacchierava con l’usciere e gli raccontava i suoi sogni.

L’usciere sorrideva, perché da piccolo era proprio come Tobia: voleva fare il calciatore e non studiava mai.

Un giorno l’usciere spiegò a Tobia che non era riuscito a diventare calciatore e non era potuto diventare neppure scienziato o astronauta perché non aveva studiato.

Tobia si fece un esame di coscienza e capì la lezione.

Da quel giorno diventò un moscerino coscienzioso e studiò con impegno.

(Fonte: “Il mio quaderno a righe” di Laura Cavalleri edizioni Pearson)

 

filastrocca delle dita

Prima di affrontare il dettato può essere utile ripassare la regola ortografica

 

 

filastrocca delle dita

filastrocca delle dita

Il dettato vi potrà fornire molte informazioni legate all’apprendimento del vostro gruppo classe per aiutarvi a predisporre esercizi e proposte che aiutino la classe a raggiungere le competenze richieste per il primo ciclo d’istruzione.

 

 

 

 

Oltre ai dettati ortografici divisi per classi, vi può interessare anche una raccolta di dettati ortografici adatta agli alunni di scuola primaria divisi in base alle regole grammaticali e ai suoni della nostra lingua.

 

Dettati ortografici per l’inizio dell’anno scolastico

Tag: ,

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.