Poesie e filastrocche sull’apostrofo

Poesie e filastrocche sull’apostrofo

Poesie e filastrocche sull’apostrofo

Poesie e filastrocche sull’apostrofo

festa-della-mamma-materiale-da-scaricare

l'apostrofo poesia gianni rodari

festa-della-mamma-materiale-da-scaricarepoesie e filastrocche sull apostrofo

festa-della-mamma-materiale-da-scaricare

L’apostrofo Un dì l’ochetta un bel libro sfogliò e due vocali vicine trovò. «Sono in principio e in fine di parola» disse l’ochetta «basterà una sola! Sai cosa faccio? Una me la becco; mi mangerò la prima, questa, ecco!». Nel dir così, gluc… se l’ingoiò e al suo posto una piuma lasciò. G. Marzetti Noventa storia

Testi delle poesie e filastrocche sull’apostrofo

 

ECCO L’APOSTROFO

La vocale di parola

è più forte e non è sola!

Manda via la sorellina

dalla parola piccolina

e l’apostrofo che pende

è una lacrima che scende.

Il quaderno delle regole. Un libro per crescere … – Educando

festa-della-mamma-materiale-da-scaricare

L’APOSTROFO

Disse la luna: “È l’una, ho voglia di dormire”.

Disse il lago:”Con l’ago io non saprei cucire”.

L’ontano, che è una pianta,

l’ontano non può andare,

e l’acero frondoso

non è da rammendare.

Daria è una bambina

che d’aria non è già.

È allegra, chiacchierina,

ma sa quello che fa.

Non poltrisce nel letto

e sa cos’è l’etto:

non confonde mai l’otto

con il gioco del lotto.

L’apostrofo è così:

a volte non ci vuole,

a volte, invece, si.

Gianni Rodari

festa-della-mamma-materiale-da-scaricare

L’ago di Garda

C’era una volta un lago, e uno scolaro

un po’ somaro, un po’ mago,

con un piccolo apostrofo

lo trasformò in un ago.

“Oh, guarda, guarda”

la gente diceva

“l’ago di Garda!”

“Un ago importante:

è segnato perfino sull’atlante”.

“Dicono che è pescoso.

Il fatto è misterioso:

dove staranno i pesci, nella cruna?”

“E dove si specchierà la luna?”

“Sulla punta si pungerà,

si farà male…”

“Ho letto che si naviga un battello”.

“Sarà piuttosto un ditale”.

Da tante critiche punto sul vivo

il mago distratto cancellò l’errore,

ma lo fece con tanta furia

che, per colmo d’ingiuria,

si rovesciò l’inchiostro

formando un lago nero e senza apostrofo.

Gianni Rodari

festa-della-mamma-materiale-da-scaricare

L’apostrofo

Un dì l’ochetta un bel libro sfogliò
e due vocali vicine trovò.
«Sono in principio e in fine di parola»
disse l’ochetta «basterà una sola!
Sai cosa faccio? Una me la becco;
mi mangerò la prima, questa, ecco!».
Nel dir così, gluc… se l’ingoiò
e al suo posto una piuma lasciò.

G. Marzetti Noventa

Ti può interessare anche:

Disgrafia: definizione, esempi, sintomi e come riconoscerla

La cuoca Pasqualina – Dettato ortografico – suono CU – QU

Dettato ortografico sull’accento con schede di approfondimento 

Dettati ortografici per l’inizio dell’anno scolastico 

apostrofo, apostrofo scuola primaria, Filastrocche per imparare, l'apostrofo filastrocca rodari, L'apostrofo scuola primaria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.