Estate: sintomi di disidratazione nel bambino … qualche idea per invogliarli a bere

I bambini spesso non sentono il bisogno di bere e in queste giornate ho cercato qualche idea per invogliare i miei figli ad idratarsi.

Ieri ho recuperato una bella borraccia, l’ho lavata e l’ho riempita di acqua fresca. La mia bimba ha apprezzato molto l’idea e ha utilizzato la borraccia come borsetta:

estate disidratazione bambini borraccia idee

 

Durante la giornata ha bevuto moltissimo … nel tragitto Brescia-Salò ci siamo fermati due volte per fare “sosta pipì” !!

La mia cucciola era molto divertita ed abbiamo fatto insieme qualche riflessione:

– borraccia e fontanelle pubbliche ci aiutano a non inquinare perché molto più ecologiche delle bottigliette di plastica

– è nato un dibattito relativo ai materiali che mantengono la temperatura ( così abbiamo fatto anche un pochino di scienze) 😉

Un’altra proposta può essere quella di farli bere dalle fontanelle … quando ero bimba adoravo farlo, mio papà mi racconta sempre che quando dovevano scegliere una piazzola in campeggio, ne chiedevano una vicino ad una fontanella … ed io ero felicissima 🙂

Con il più grande le idee creative non hanno riscosso successo e quindi sono passata alla teoria riportandogli alcune informazioni trovate sul sito del Corriere.it.

Penso possano interessare anche a voi:

 «I bambini hanno bisogno di più acqua rispetto agli adulti in relazione al peso corporeo e i loro corpi non riconoscono sempre i segni di disidratazione. Come per gli anziani, il meccanismo della sete dei più piccoli non è sempre affidabile. E, a seconda dell’età, i bambini hanno bisogno di consumare 6-8 bicchieri di acqua per rimanere perfettamente idratati» ha spiegato Emma Derbyshire, docente di Fisiologia Nutrizionale alla Manchester Metropolitan University e consulente del Natural Hydration Council …

La disidratazione può essere causata da eccessiva sudorazione, vomito o diarrea. I sintomi più comuni sono aumento della frequenza cardiaca, ridotta capacità di regolare la temperatura corporea, mal di testa e nausea. «L’acqua è la principale componente dell’organismo umano, distribuita sia a livello intracellulare che extracellulare, con percentuali che variano non solo in relazione alla composizione corporea, ma anche con l’età del soggetto – spiega il professor Gianvincenzo Zuccotti, professore di Pediatria all’Università degli studi di Milano e direttore del Dipartimento materno-infantile dell’Ospedale “Luigi Sacco” -.

 

Buna estate a tutti!

 

           

Tag: , , ,

Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.