Vaccini 2019: attivata l’ANAGRAFE VACCINALE, niente certificati a scuola


I genitori non devono più presentare i certificati alle scuole per attestare l’effettiva somministrazione dei vaccini obbligatori.


Grazie all’anagrafe vaccinale ATS e SCUOLA comunicheranno in tutte le regioni d’Italia (tranne nelle province di Trento e Bolzano). Coloro che non hanno ottemperato alle profilassi per i propri figli, avranno 10 giorni di tempo per presentare la documentazione cartacea agli istituti. Quindi l’obbligo per le vaccinazioni rimane.

Ministero della Salute e Ministero della Pubblica Istruzione specificano: cade l’obbligo della presentazione dei certificati a scuola da parte dei genitori entro il 10 luglio.

Grazie all’attivazione dell’anagrafe vaccinale viene meno l’obbligo di presentare, entro il 10 luglio, i certificati di avvenute vaccinazioni per le iscrizioni a scuola. Il Ministero della Salute ha comunicato che il “Sistema ormai automatizzato” permette un dialogo diretto fra “Asl e istituti scolastici”.

Grazie a questo scambio l’ATS comunica le situazioni irregolari alle scuole che provvederanno a richiedere i documenti eventualmente mancanti ai genitori. Questi ultimi avranno a loro volta dieci giorni di tempo per portarli all’istituto.

"Scuola, "Vaccini"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.