Le creme solari fanno bene alla pelle?

Guest post di Caterina Cariello

 

La risposta sembrerebbe facile e invece non è così. Per rispondere bisogna innanzitutto riformulare la domanda e capire di quali creme solari stiamo parlando.

La maggior parte di quelle che troviamo in commercio contengono filtri chimici che, come è facilmente intuibile, non sono affatto salutari. Spalmandole sulla nostra pelle non facciamo che assorbire queste sostanze dagli svariati effetti collaterali, come sostiene anche il “Responsabile del reparto di Dermatologia di Humanitas” in questo articolo: “Creme solari: attenzione all’effetto boomerang”.

Ne deriva che, oltre all’accelerazione dell’invecchiamento della pelle dovuta alla presenza di parabeni (come già descritto nel mio precedente post 8 minuti che cambieranno il nostro modo di scegliere i cosmetici), si aggiungono i danni provocati da questi filtri solari.

Ma allora come facciamo a proteggere noi e la nostra famiglia dalla nocività dei raggi UVA e UVB?

Personalmente la soluzione proposta dai dermatologi di rinunciare completamente all’esposizione non la trovo realizzabile. Va bene tutelarsi evitando quella prolungata e nelle ore più calde, ma parliamoci chiaro: come rinunciare ad una passeggiata in montagna o come evitare, a noi e ai nostri bambini, di tuffarci in acqua durante le vacanze al mare? Senza dimenticare che il sole aiuta il nostro organismo a produrre vitamina D e che le scorte che riusciamo ad immagazzinare d’estate ci serviranno per affrontare al meglio l’inverno. Purtroppo oggi la vitamina D è carente nel 90 % della popolazione mondiale a causa dell’interferenza dei gas serra (anidride carbonica e metano) sui raggi UV.

Quindi la risposta, ancora una volta, sta nello scegliere i prodotti giusti!

Le creme solari fanno bene alla pelle?

Spesso però siamo fuorviati dalle indicazioni ingannevoli che si trovano sulle etichette: l’ennesimo esempio nel numero di questo mese della rivista “Altroconsumo” (nr. 294, Luglio-Agosto 2015, pag.7) in cui si analizza una nota marca di solari per scoprire non solo che il prodotto non protegge dal sole, ma contiene principalmente olio minerale (Paraffinum Liquidum) e che del cocco raffigurato sulla confezione in realtà c’è solo il profumo!

Pochi sanno che un filtro solare per poter effettivamente garantire un determinato fattore di protezione (SPF) deve essere applicato sulla pelle in quantità pari a 2mg per cm2, mentre le aziende che producono solari tendono a spingerci verso l’utilizzo di protezioni molto alte, come se il solo fatto di applicarle potesse essere sufficiente a evitarci scottature, eritemi o effetti collaterali persino peggiori.

Invece, scegliendo creme con filtri solari di origine naturale, potremmo evitare di assorbire quelli chimici, che essendo applicati su tutto il corpo penetrano in quantità massicce nel nostro organismo;  applicando le creme nel quantitativo corretto, sarebbe sufficiente utilizzare un fattore di protezione medio (i filtri di origine naturale non raggiungono SPF elevati) per proteggerci dal 95% dei raggi solari nocivi.

 

Come sempre decidere di acquistare in modo consapevole fa la differenza, per noi e per l’ambiente, dato che le sostanze chimiche e gli eccipienti precedentemente spalmati sulla pelle vanno anche ad inquinare il mare quando decidiamo di farci un bagno… Alla luce degli studi più recenti, infatti, è ormai impossibile non considerare l’impatto ecologico provocati dai solari negli ultimi decenni.

Ecco un altro motivo per cui ho scelto di tutelarmi attraverso i prodotti che trovate sul mio sito, www.eticovegano.com e di consigliarli a tutti quelli che conosco perché sono realmente efficaci e davvero naturali, freschi perché fatti al momento dell’ordine con processi che hanno completamente abbandonato la chimica e con uno spirito etico ed ecologico impagabile per chi magari, come me, vorrebbe un mondo più verde.

A presto.

Caterina

 

Le creme solari fanno bene alla pelle? Caterina Cariello

info@eticovegano.com

www.eticovegano.com

Pagina facebook: Eticovegano-Cosmesi Etica

"Benessere primavera-estate", "Caterina Cariello", "Cosmetici naturali", estate

Commenti (4)

  • Grazie Caterina per l’articolo. Lo trovo molto interessante ed utile. Ieri ero in piscina e, per proteggermi dal sole, mi sono spalmata una crema che potrei paragonare a vernice fresca. Ti ho pensata, volevo chiederti un consiglio ed è arrivato il tuo articolo.
    A presto

  • Ho utilizzato i solari che Caterina mi ha consigliato per i miei bimbi di 3 e 6 anni… Niente scottature o eritemi anche dopo lunghi bagni e passeggiate senza dover applicare la crema troppe volte…e si sono pure abbronzati…fantastica!

    • Se i bambini hanno finalmente passato un’estate senza eritemi e scottature e soprattutto usando solo prodotti naturali non posso che essere contenta di averteli consigliati! Grazie a te per averlo condiviso. Caterina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.