La babysitter in estate

Quando si pensa all’estate si pensa alle vacanze con mamma e papà. In realtà la lunga chiusura delle scuole obbliga molte famiglie a far riferimento a centro estivi, nonni e/o babysitter. Secondo le indagini svolte da Sitly , piattaforma specializzata nella ricerca di babysitter online, sono sempre più le famiglie che necessitano di una babysitter anche durante
il periodo estivo.

Diventa interessante vedere quale diventa la spesa da sostenere: ci sono infatti alcune città particolarmente care dal punto di vista della richiesta oraria delle babysitter.

SPESA ORARIA DA SOSTENERE IN VARIE CITTA’ ITALIANE

A Genova un ora di babysitter costa in media 9,33 euro (nel 2016 era 8,38 euro). Bari è il capoluogo meno caro (6,53 euro); anche i genitori torinesi e bolognesi possono considerarsi fortunati, con solo 7 euro l’ora; più costose Roma e Milano, rispettivamente 8,33 e 8,41 euro. Venezia è 8,50, Cagliari 7,64 euro.
Considerando però che molte babysitter verranno assoldate nelle località turistiche, o per dare man forte ai nonni o per lasciare qualche ora di relax ai genitori, scopriamo quale sono le località di villeggiatura più e meno care per quanto riguarda questo servizio.
In cima alla classifica ci sono Bibione sull’Adriatico, Borgio Verezzi e Santo Stefano al mare in Liguria e, passando alla montagna, Selva di Val Gardena: in tutte questi luoghi le tate chiedono 12 euro all’ora.
Scorrendo l’elenco in ordine decrescente a Marina di Ravenna la richiesta è di quasi 11 euro all’ora (10,50 euro), così come Ponte di Legno (sulle montagne del Bresciano), nella zona dell’Argentario toscano e a Morgex in Val d’Aosta.
Cortina d’Ampezzo, Courmayeur e Ischia, a sorpresa, non sono tra le località più costose per questo servizio: 9 euro l’ora la media.
Le babysitter di Numana nelle Marche chiedono 8,33 euro, quelle di Terracina, Lazio, 8,15 euro). Sulla costa nord-adriatica restano sulla media nazionale che è di 8,06 euro: Riccione (8,24 euro), Igea Marina (8,37 euro), Lignano Sabbiadoro (8,80 euro). Queste le tariffe in una zona da sempre meta tra le preferite dalle famiglie con bambini, cifre che si allineano con la
richiesta delle babysitter anche nelle tante cittadine che costeggiano il Lago di Garda come Sirmione o Peschiera sul Garda.
Il costo si abbassa spostandosi verso Sud e sulle isole: Roseto degli Abruzzi 7,06 euro l’ora; Licata, in Sicilia, 7 euro; Gallipoli, in Puglia, 7,42 euro (ma Polignano anche 6,43 euro); Maracalagonis, in provincia di Cagliari, 7,50 euro.
Se si dovesse invece menzionare due località di mare tra le più economiche per la tariffa oraria delle babysitter: Lido Riccio, in provincia di Chieti, dove le babysitter chiedono 5 euro all’ora e Venetico Marina, in provincia di Messina. 4 euro all’ora.

"Baby sitter", estate

Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.