Carnevale

CARNEVALE

Viva viva il Carnevale,

dove ogni scherzo vale.

In questo clima di euforia

ci divertiamo in compagnia.

Circondati da tante gente,

siamo allegri per niente.

Si festeggiava in tempi lontani:

risale già agli antichi Romani,

quando prima di “Carmen levare”

ogni luogo si doveva allietare.

Dopo secoli  c’è stato il Teatro dell’Arte:

baldoria in piazza, miseria messa da parte.

Sono così nate mascherina come Pulcinella,

Pantalone,  Arlecchino, Colombina e Brighella …

Oggi ancora queste mascherine abbiamo,

ma pure in mille altri modi ci addobbiamo.

Carri, musiche e lunghe sfilate

rendono le strade movimentate.

Si notano quadri vivi meravigliosi,

travestiti da personaggi famosi.

I capi importanti vengono rappresentati

con aspetti strani ridicolarizzati.

In questo giorno tutto il mondo guardiamo.

Ai potenti fra scherzi e balli ci rivolgiamo:

“Diteci per una volta tanto senza timore,

avete per caso commesso qualche errore?”.

Così fra tanta allegria e confusione

c’è spazio anche per una riflessione.

Il giorno dopo la festa è finita,

si torna così alla solita vita.

 

“Un treno di filastrocche” di Rosalba Giliberti

Tag:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.