Trekking per tutti: sentieri per bambini

HOTEL SAN SALVADOR

Trekking per tutti: sentieri per bambini

Di Perazzo Sara

Rigenerante per gli adulti, divertente per i bambini!

Il trekking è una attività sportiva che fa bene a tutti, a patto di scegliere percorsi che siano adatti alla famiglia. Ma niente paura: in Italia esiste una vastissima rete di sentieri, molti dei quali percorribili anche con i passeggini. La raccomandazione è dunque di informarsi sul tipo di percorso prima di incamminarsi, valutare bene il livello di resistenza di tutti i componenti della famiglia, vestirsi in maniera comoda e portare con sé acqua e qualche snack. Ecco una selezione di passeggiate adatte a tutti.

Trentino Alto Adige, Parco Nazionale dello Stelvio (TN)

Il Percorso delle Segherie fa parte del progetto “Parco per tutti” poiché, grazie ai modesti dislivelli e ai servizi posti lungo il tragitto, è adatto a tutti, bambini e diversamente abili compresi. Si va alla scoperta di
interessanti segherie ad acqua ancora funzionanti a seguito di un recente restauro. Si percorre in un’ora e mezzo circa ed è lungo 3,6 km. La partenza e il ritorno si trovano presso la segheria dei Braghje (1200 mt) a Rabbi Fonti, da dove si segue la stradina lungo il bel torrente Rabbies verso le Terme di Rabbi. Al ponte sul torrente si imbocca la strada sterrata fino alla antica segheria dei Bègoi, dove è possibile assistere a
dimostrazioni delle maestranze nel taglio del legname. Al ritorno si può percorrere il sentiero che affianca il torrente e il parco giochi. Le segherie fanno anche parte del “Museo Diffuso della val di Rabbi”.

Veneto: Serrai di Sottoguda, Rocca Pietore (BL)

Semplice e piacevole passeggiata adatta alle famiglie con passeggini, circondati da una natura impressionante e rigogliosa. I Serrai di Sottoguda sono un profondo canyon, lungo circa 2 chilometri, con pareti di roccia a picco, alte centinaia di metri. La passeggiata segue il torrente Pettorina e si può effettuare sia partendo da valle e salendo verso Malga Ciapela, sia provenendo dal versante opposto scendendo verso
Sottoguda. La strada è asfaltata e ripercorre il tracciato della vecchia carrozzabile del Passo Fedaia. In alternativa, si può percorrere con un comodo trenino. La passeggiata è a pagamento ma ad un costo contenuto.

Lombardia: al Rifugio Lupi di Brembilla, Prealpi Orobiche, Val Brembilla (BG)

Semplice escursione di 45 minuti in cui si affronta un modesto dislivello per raggiungere il Rifugio Lupi di Brembilla, situato a pochi metri dalla vetta del Pizzo Cerro e da cui si gode una magnifica vista. Si parte da Catremerio (Brembilla) e precisamente dalla chiesa di San Gaetano dove iniziano due sentieri che si congiungono per raggiungere il rifugio. Dopo un breve tratto nel bosco, prendete una sterrata con la quale
continuare verso destra. Al primo tornante continuare diritto seguendo il cartello “Rifugio Lupi di Brembilla – Castel Regina – Monte Foldone”. Da qui potete seguire le indicazioni segnalate dai cartelli per raggiungere il rifugio. Il dislivello affrontato è di soli 280 metri.

Liguria: Pista Ciclopedonale Maremonti, Levanto-Framura (SP)

In bici o a piedi, con i pattini, lo skate, l’hoverboard…sono tanti i modi in cui i vostri bimbi possono percorrere questa comoda passeggiata asfaltata a picco sul mare ligure tra gallerie e terrazzini che si
affacciano su spiaggette e scogliere. La Pista Ciclo Pedonale MareMonti è lunga 6 km, completamente pianeggiante, realizzata recuperando il tracciato della vecchia ferrovia costiera. Si può partire indifferentemente dai tre paesi che attraversa: Levanto, Bonassola e Framura con possibilità di noleggiare le bici in loco. Consigliato anche con i passeggini.

Toscana: Parco dell’Orecchiella in Garfagnana (LU)

Sono numerosi e facili i sentieri che si possono percorrere all’interno del Parco dell’Orecchiella, una riserva naturale e di ripopolamento faunistico a San Romano Garfagnana (LU). Qui i bambini avranno la possibilità di esplorare la natura ma anche di conoscere numerosi animali che sono ospitati all’interno. Si attraversano altissime abetaie e spiazzi adibiti a carbonaie, si passeggia costeggiando i recinti degli orsi bruni, dei cervi, dei caprioli e dei mufloni. Il Parco è dotato di un Centro Visitatori e di un Museo naturalistico dove reperire interessante informazioni sulla fauna, la flora e la storia delle Alpi Apuane, comode aree verdi attrezzate e un giardino di montagna, stand per la vendita di prodotti tipici locali, bar – ristorante, rifugi forestali, allevamenti di selvaggina. Il Parco è raggiungibile da Castelnuovo Garfagnana, da cui dista circa 20 km, seguendo la strada provinciale per Villa Collemandina e Corfino e deviando ad un bivio segnalato per l’Orecchiella.

Lazio: Parco Regionale dell’Appia Antica (Roma)

Come unire tranquille passeggiate alla scoperta della storia romana. All’interno sono 7 gli itinerari proposti: Via Appia Antica, due tratti tra i muri di cinta della “strada delle vigne” e ville romane; I Sette Acquedotti: alla scoperta degli acquedotti tra il verde che si estende tra il quartiere di Cinecittà e Quarto Miglio; Valle della Caffarella: a ridosso delle Mura Aureliane e compresa tra le antiche vie Latina e Appia Antica; Tor Fiscale: tra casali, orti e frutteti mantenendo come punto di riferimento l’imponente Torre del Fiscale; Tenuta di Tormarancia e Tombe Latine: entrambe visitabile solo con guida turistica; Cammino Naturale dei Parchi: questo lungo cammino, che in 25 tappe porta fino a L’Aquila, parte proprio qui, all’antica Porta Capena.

Puglia: Parco Nazione del Gargano (FG)

All’interno del Parco Nazionale del Gargano, una bella gita di circa tre ore alla scoperta del Bosco Parlante, partendo vicino a Monte Sant'Angelo e precisamente in località Purgatorio. Il percorso è adatto alle famiglie seguendo un camminamento ai margini di un bosco di cerri ricco di edere e pungitopi, dove si rifugiano cinghiali e gatti selvatici. Ma sono molti gli itinerari adatti ai bambini, sentieri che attraversano
foreste costiere di pini e di lecci oppure coltivazioni di mandorli, aranci e ulivi oppure ancora estesi altopiani carsici. Vi consigliamo di informarvi direttamente presso i numerosi Centri Visita sparsi sul territorio del
Parco.

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *