Tag: “Poesie”

Poesie per Capodanno

Poesie per Capodanno

Il giorno di capodanno

di Pablo Neruda

Il primo giorno dell’anno

lo distinguiamo dagli altri

come se fosse un cavallino diverso da tutti i cavalli.

Gli adorniamo la fronte con un nastro,

gli posiamo sul collo sonagli colorati,

e a mezzanotte lo andiamo a ricevere

come se fosse un esploratore

che scende da una stella.

La terra accoglierà questo giorno

dorato, grigio, celeste,

lo bagnerà con frecce di trasparente pioggia

e poi lo avvolgerà nell’ombra.

Eppure piccola porta della speranza,

nuovo giorno dell’anno,

sebbene tu sia uguale agli altri come i pani a ogni altro pane,

ci prepariamo a viverti in altro modo.

Poesie per Capodanno

Anno vecchio e anno nuovo

dal Web

Tin-tin, l’orologio rintocca.
Tin-tin, quanti colpi ha suonato?
Tin-tin, qual è l’ora che scocca?
Tin-tin, qualcheduno ha bussato!
Anno vecchio, tin-tin, ti saluto!
Anno nuovo, tin-tin. benvenuto!

Poesie per Capodanno

Anno nuovo

dal Web

Anno nuovo,

qui alla porta già ti trovo

rechi forse nel cestello

un impulso buono e bello?

Porti agli uomini l’amore,

che riscaldi a tutti il cuore?

Anno nuovo non scordare

la salute nel tuo andare

e la pace porta teco

che nel mondo abbia un’eco

veglia sempre sui miei cari,

serba loro doni rari

ed a me concedi, senti,

di poter farli contenti

Se benigno il volto avrai,

benedetto tu sarai.

Poesie per Capodanno

Filastrocca di capodanno

di Gianni Rodari

Filastrocca di capodanno:
fammi gli auguri per tutto l’anno:
voglio un gennaio col sole d’aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile;
voglio un giorno senza sera,
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore del pesco;
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.

Per tutti i docenti di inglese o per chi lavora in una scuola bilingue o internazionale, ho raccolto alcune “Scary Rhymes”. Spero vi possano essere utili 🙂

Poesie e filastrocche in lingua inglese:

 

SCARY RHYME

Witches, ghosts and cats …

Pumpkins, owls and bats …

skeletons

and monsters to scare …

Guess who?

Yes of course it’s you!

 

HALLOWEEN DANCE

Big and round the witch’s hat,

dance the witches and their black cats.

First go up then go down lots of wtiches all around.

First go left then go right.

Enjoy the dance,

it’s Halloween night!

 

TRICK OR TREAT?

Trick or treat?

Trick or treat?

Gime me something good to eat!

Chocolate, sweets or ice cream.

Yummy! Yum!

It’s Halloween.

Trick or treat?

Trick or treat?

Gime me something good to eat!

 

A GHOST STORY

On a dreadful stormy night
My dear Tommy had a fight
With great Peter Snookum Snee,
Cat of fighting pedigree.

In this battle, sad to tell,
My poor Tom, alas, he fell,
Ending thus his earthly life
Through the wicked God of Strife

On the next night while in bed,
Sleepless and with aching head,
For my Tom, my precious pet,
My poor eyes with tears were wet.

Suddenly his voice I heard,
And in ghostly whispers purred,
“I am coming, mistress, dear,
Yes, ‘tis true I’m very near.

“Good cat heaven have I left,
I would comfort you, bereft
For your precious Tommy pet,
I would teach you not to fret.

“Do you hear me in the hall
With my ghostly soft footfall?
Up the stairs I bound to thee,
Jumping steps from one to three.

“Now my paw is on your door,
I turn the knob one-two-three-four,
And you may see your Tommy now–
Me-ow! Me-ow! Me-ow! ow! ow!”

 

WHAT CAN YOU SEE?

What can you see on Halloween night?

Bats and witches flying so high!

Vampires behind the house.

Ghosts under the window.

Monsters, skeletons and more!

Run! Be quick! Close the door!

 

 

Lettura, piacere senza tempo … fondamentale per tutti i bambini

QUELLO CHE RESTA

di Germana Bruno

 

E adesso non sono più la tua maestra,

ma rimarrai qui, dentro la testa,

dentro il mio cuore e in mezzo ai miei pensieri

anche quando io sarò per te già ieri.

Per me sei ieri, oggi e anche domani,

sei stato il bimbo dato alle mie mani

per diventare ragazzo e uomo vero,

per fare cose di cui puoi andare fiero.

Ma in fondo io so già quello che resta

sarò per te per sempre la maestra

e tu per me non uno dei tanti,

ma il più importante, come tutti quanti.

Ѐ piccolo il mio mondo e ci sto soltanto io,

non parlo o ti confondo con strano chiacchierio,

saltelli e gesti strani col corpo e con le mani e fisso su qualcosa lo sguardo mio si posa,

ti chiedi cosa penso, ti sembro senza senso.

Son alte e forti mura Costruite intorno a me,

ti faccio un po’ paura, non sono come te.

Ѐ un altro mondo il mio e tu non riesci a entrare diversa lingua ho io e tu non sai capire.

Se solo vuoi provare, se prendi l’astronave,

potrai da me atterrare e forse anche capire, perché, in ogni viaggio,

un nuovo paesaggio ti apre gli occhi e il cuore,

per renderti migliore.