Tag: “Educazione ambientale”

Spesso genitori ed insegnanti decidono di avvicinare i bambini al tema dell’amicizia grazie ad una favola. Colorino va in città è una dolcissima storia che racconta con delicatezza l’incontro e l’intensa amicizia fra un bambino e un pesciolino.

foto-favola-amicizia-per-bambini

L’autore di “Colorino va in città“, Roberto Fratini è un giovane papà che, come tanti meravigliosi papà, passa le sue serate a leggere e inventare storie e favole per far addormentare il suo bambino.

In una di queste serate nasce il personaggio di “Colorino”, un dolce pesce palla che insegnerà a Francesco, un giovane fanciullo, ad amare il mare e a conoscere il valore dell’amicizia.

  • Ciao pesciolino, io mi chiamo Francesco, tu come ti chiami?
  • Ciao Francesco, io sono Colorino e vivo qui, in questo mare – risponde il pesce.
  • E’ veramente bellissimo il mare. Mi piace tanto – concorda Francesco.
  • Eh lo so, ma tu non puoi immaginare quando sia bello qui sotto.
  • Ah sì? – Francesco è sempre più incuriosito – che c’è di bello la sotto?
  • Beh, prima di tutto c’è la mia famiglia: il mio babbo, la mia mamma e i miei 23 fratelli e 18 sorelle …

Da “Colorino va in città”

Sinossi  

“Colorino va in città”  e’ una favola adatta ai bambini fino a 8/9 anni.
Narra la storia dell‘amicizia tra un bambino e un pesce che s’incontrano in mare in una calda giornata estiva di fine vacanze. Nascerà una tenera amicizia che porterà il pesce a scoprire la città anche se poi il richiamo del mare sarà più forte di ogni legame.
Il racconto è semplice e di facile comprensione e può essere utile in ambito scolastico.
foto-favola-amicizia-bambiniPotrà infatti essere utilizzato a scuola per un progetto legato all’educazione ambientale. “Colorino va in città” aiuta i bambini a riflettere sul rispetto del mondo che li circonda. La tematica può essere affrontata anche alla scuola dell’infanzia; i bambini amano la natura e sono sempre affascinati dal mare e dagli animali.
“Colorino va in città” può anche accompagnare il percorso dell’accoglienza o può essere utilizzato per rinforzare determinate dinamiche che si creano in classe, legate ai rapporti di socializzazione e amicizia dei bambini di scuola primaria.
Il libro ha una caratteristica che ho molto apprezzato: alla fine di ogni capitolo c’è un disegno reale fatto da bambini che hanno già letto la storia ed in più, questa è la particolarità, è presente una pagina bianca per far si che ogni piccolo lettore possa fare il suo di disegno.
Riporto di seguito delle immagini create da alcuni bambini di una scuola primaria che hanno utilizzato la favola per un progetto legato all’amicizia e all’accoglienza.

Libri per l’accoglienza

colorino va in città

Puoi acquistare “Colorino va in città” qui

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma perché a scuola è importante parlare di amicizia con i bambini?

Gli studi più recenti in ambito psicologico e pedagogico confermano che, pur iniziando verso i 2-3 anni, le relazioni di amicizia diventano sempre più complesse e significative verso i 5-6.

A scuola, senza la presenza dei genitori, i bambini sono più liberi di sperimentare, di “mettersi in gioco” e di scoprire le difficoltà e le gioie legate ai rapporti di amicizia.

I bambini si confrontano con le regole, con i rifiuti e con i vari ruoli che si instaurano nelle relazioni. La scuola rappresenta la prima palestra in cui il bambino inizia a percepire la sua “immagine pubblica” e a coltivare le prime amicizie. Spesso diventa possessivo o eccessivamente egocentrico e a volte ha difficoltà a comprendere come comportarsi, col risultato e si irrigidisce.

Una favola aiuta l’insegnante ad avvicinarsi alle dinamiche della classe senza parlare del singolo caso … saranno i bambini a fare le loro riflessioni e, forse, come in “Colorino va in città”, Francesco sarà amico del tenero pesciolino per sempre, anche se il suo giovane amico decide di lasciarlo e di tornare nel mare.

Il formato carteceo del libro lo si vende tramite il sito ufficiale www.colorinovaincitta.jimdo.com,  la pagina facebook o inviando una e-mail a colorinovaincitta@gmail.com. Pagamento tramite PayPal, consegna tramite posta.
Il formato ebook lo si trova in tutti gli online store italiani (Feltrinelli,  Mondadori,  bookrepubblic, ecc) oltre ovviamente a Amazon, apple Ibook, Google play.
5 merende sane a prova di bambini golosi!

Cosa proporre per una merenda sana, nutriente e che possa piacere ai bambini?

Guest post del team Famideal

Si sa, specie in inverno, quando le giornate sono più fredde e il tempo trascorso in casa si allunga, è facile trovarsi a frugare nel cassetto delle merendine e sgranocchiare qualcosa che non è esattamente salutare.
Proporre ai nostri bimbi una merenda sana e davvero golosa, però non è così complicato come può sembrare. E magari, se abbiamo tempo, perché non divertirci a coinvolgerli nella preparazione? Si divertiranno un mondo e avremo trascorso insieme tempo di qualità sottratto, magari, a quel cartone animato che non amiamo troppo noi genitori.

Continua a leggere

foto-regalo-natale-bambini-alternativo-educativo-caro-pianeta

Cosa regalare a Natale ai nostri bimbi?

Vi ripropongo le valigette di Caro Pianeta nate dall’idea di una mamma spagnola che vive e cresce i suoi figli a Roma di nome Ivette.

Caro Pianeta è un progetto composto da una lettera, da un libro, da un gioco e da alcune fotografie che aiutano i bambini a scoprire posti, gente e culture diverse.  Una volta al mese arriva a casa, o dove preferisci, una valigetta ricca di attività.

L’idea mi è piaciuta subito tantissimo perché sono sempre alla ricerca di giochi/attività educative ed innovative da proporre ai bambini. In questi anni ho raccolto una collezione di proposte legate al mondo della matematica, al potenziamento delle scienze o di storia ma raramente ho incontrato proposte giocose ed alternative per la geografia.

caro pianeta regalo valigetta per natale

Quando arriverà a casa la valigetta di Caro Pianeta  sarà una grande sorpresaper i vostri figli: c’è posta per loro, altri bimbi viaggiatori gli doneranno un kit ricco di proposte per conoscere un nuovo luogo del nostro pianeta.

Ieri è arrivata la valigetta a casa nostra ed è stata una forte emozione: l’ho aperta e si sentiva il profumo della lavanda ed il libretto introduttivo aveva una bellissima immagine della Provenza.

foto-regalo-innovativo-diverso-educativo-bambino-bambina-natale

Mentre sfogliavo le pagine dell’album ho spiegato alla mia bambina: “Questa è la Francia che conosco ricca di colori e profumi”.

Come tutti sanno le immagini di cronaca che i nostri figli vedono e percepiscono in questo periodo sono sinonimo di paura, sconforto, morte e lacrime.

Le valigette di Ivette donano speranza, il nostro Pianeta è bellissimo, è meraviglioso da conoscere, è ricco di storia, tradizioni, colori, profumi … a Natale è bello regalare gioia e trasmettere speranza.

Grazie ad Ivette per l’idea 🙂

caro pianeta

 

logo-caro-pianeta

 

 

Per maggiori informazioni e richiedere le valigette Caro Pianeta, consultate il sito www.caropianeta.com.

 

natale

Un esempio di attività didattica proveniente dal mondo anglosassone.

Guest post di Niki Scavolo coordinatrice didattica della scuola materna Little England di Brescia

 

Amo proporre ai miei bambini diversi giochi sensoriali perché si divertono, imparano tanti termini inglesi e si avvicinano al mondo della scienza in modo ludico.

 

Quando voglio fargli conoscere la frutta preparo una scatola simile a questa:

gioco sensoriale con la frutta

e poi chiedo ai bambini di:

– indovinare la frutta solo con le mani e con gli occhi bendati;
– riconoscerla attraverso l’olfatto;
– individuarla assaggiandola.

Si possono fare altre attività legate all’ambito matematico come classificare la frutta secondo vari criteri: con i semi interni e con i semi esterni, con il colore della buccia diversa dal colore della polpa, con la buccia che si può mangiare, secondo la forma intera ecc
Oppure si può giocare con le frazioni: intero, metà, quarti …

Per sviluppare il linguaggio descrivo con i bambini la frutta utilizzando molti aggettivi e chiedo a loro di fare la stessa cosa. Spesso parliamo dei benefici per la nostra salute e facciamo così anche educazione alimentare.

Infine si può utilizzare le metà per pitturare con la frutta!

 

Buon lavoro!

Niki

Ti può interessare:

        

Sprout è una matita che si pianta!

L’idea mi ha colpito tantissimo: quando la matita diventa troppo corta non viene buttata ma  trasformata in fiori, erbe o verdure.

sprout matita 6

 

Si possono trovare oltre 20 varianti di piante, tra cui semi di menta, pomodori, peperoni, basilico e rosmarino. La capsula-seme è dotata di tre semi di uno stesso fiore, erbe o vegetali, per aumentare il tasso di successo.

In pratica, una volta bagnata, la capsula protettiva si dissolve e libera i semi.

In ogni pacchetto di matite si possono trovare le istruzioni.

download

 

Penso possa essere un regalo intelligente da donare ai bambini per la fine dell’anno scolastico.

Lo potete trovare su Amazon:

        

Quando le immagini comunicano più di mille parole. Guardate l’idea di questo docente.

 

Ho trovato su facebook un pannello decorativo che mostra la quantità di zucchero presente in ogni bibita. Mi piacerebbe ricrearlo anche da noi a scuola perché troppo spesso i bambini bevono un numero eccessivo di bevante senza sapere che sono molto nocive per il loro organismo.

Penso che il docente che ha realizzando questo semplice e significativo pannello sia un eccellente educatore. Idea da copiare ma con alcune varianti 😉

educazione alimentare

                 

Il pannello, infatti, presenta alcuni errori perché, per essere corretto dovrebbe confrontare bibite contenute nello stesso formato.

La percentuale corretta di zucchero è la seguente:

  • Acqua: 0,0 gr per confezione; 0,0 per 100 ml
  • Latte e cioccolata: 11 gr per confezione; 5,5 per 100 ml
  • Multivit Ananas Kiwi e Arancio: 24 gr per confezione; 12 per 100 ml
  • Bevanda al gusto d’arancio: 27 gr per confezione; 13,5 per 100 ml
  • Red Bull: 27 gr per confezione; 11 per 100 ml
  • The Freddo al limone: 36 gr per confezione; 7,2 per 100 ml
  • Coca Cola: 39 gr per confezione; 10,6 per 100 ml

Per assurdo alcune bevande molto utilizzate dai noi mamme contengono più zucchero della Coca-Cola.

  • 1
  • 2