Tag: “Didattica”

Un esempio di attività didattica proveniente dal mondo anglosassone.

Guest post di Niki Scavolo coordinatrice didattica della scuola materna Little England di Brescia

 

Amo proporre ai miei bambini diversi giochi sensoriali perché si divertono, imparano tanti termini inglesi e si avvicinano al mondo della scienza in modo ludico.

 

Quando voglio fargli conoscere la frutta preparo una scatola simile a questa:

gioco sensoriale con la frutta

e poi chiedo ai bambini di:

– indovinare la frutta solo con le mani e con gli occhi bendati;
– riconoscerla attraverso l’olfatto;
– individuarla assaggiandola.

Si possono fare altre attività legate all’ambito matematico come classificare la frutta secondo vari criteri: con i semi interni e con i semi esterni, con il colore della buccia diversa dal colore della polpa, con la buccia che si può mangiare, secondo la forma intera ecc
Oppure si può giocare con le frazioni: intero, metà, quarti …

Per sviluppare il linguaggio descrivo con i bambini la frutta utilizzando molti aggettivi e chiedo a loro di fare la stessa cosa. Spesso parliamo dei benefici per la nostra salute e facciamo così anche educazione alimentare.

Infine si può utilizzare le metà per pitturare con la frutta!

 

Buon lavoro!

Niki

Ti può interessare:

        

La nostra scuola (Little England) è bilingue, questo vuol dire che il 50% dei docenti proviene dall’estero e porta con sé una didattica, una storia, un vissuto, un modi di pensare ed agire unico e diverso da quello che conosciamo.

Un giorno il maestro Andy ha spiegato ai suoi giovani alunni di classe terza ad affrontare le critiche. Ha detto loro: “Se un bambino vi “prende in giro” non vi dovete offendere, dovete sorridere e rispondere – Che bel naso che hai oggi!- In questo modo il bambino che vi scherza si concentrerà sul suo naso e sul vostro sorriso”. Ho pensato che non poteva non essere inglese Andy e che ora, anche i suoi alunni, lo sono un pochino.

Questo docente ha preparato un’ulteriore strumento per aiutare i bambini “ad essere più amici” (questa è la definizione che gli alunni hanno dato al lavoro preparato da Andy):

una grossa nuvola di carta incollata sulla vetrata del corridoio (così tutti la possono vedere) dove i bambini devono incollare dei piccoli post in cui raccontano le azioni positive dei compagni nei loro confronti.

Ogni settimana si sceglie un obiettivo  (esempio generosità)

scuola educazione civica idee innovative da copiare

 

scuola educazione civica idee innovative da copiare

 

Leggere i post è divertente e mette allegria, si apprezzano le cose semplici. A volte penso che il mondo sarebbe migliore se noi adulti ci ricordassimo della nostra infanzia.

Questa idea proviene dal mondo anglosassone, è innovativa e facile da copiare, permette di fare educazione civica ogni giorno e ricorda a grandi e piccini ad osservare ed apprezzare i gesti positivi senza soffermarsi sul negativo.

 

foto-poesia-per-accogliere-i-bambini-a-settembre

Ho acquistato il libro di Camilllo Bortolato “Primi Voli” ed. Erickson quando, una maestra di matematica, con due figli della stessa età dei miei (3.5 anni e 2 anni), mi ha parlato per la prima volta del “sorprendente metodo analogico” del maestro Camillo Bortolato dicendomi “funziona anche con Giovanni!!” (3.5 anni).

Continua a leggere