“Come parlano i nostri figli?” Frasi in gergo giovanile nell’era di internet 

“Come parlano i nostri figli?”

Frasi in gergo giovanile nell’era di internet 

“Mamma sei una pro” … cosa avrà detto? Speriamo un complimento.

Il linguaggio dei nostri figli si modifica e il gergo giovanile diventa una delle componenti del loro percorso di crescita.

La grossa differenza rispetto al passato è che, invece di risentire dell’influenza degli aspetti locali o della televisione, viene ora spesso determinato dal linguaggio dei social e, soprattutto, da quello degli youtubers. I nuovi termini sono pertanto molto spesso collegati al linguaggio utilizzato nei giochi ed “italianizzato” per l’occasione.

Ecco alcuni esempi:

” Sei pro” = sei un vero professionista

“Mi sta targhettando” = mi stai seguendo

“Che proaggine” = che abilità

“Che proata” = che mossa/azione efficace

“Bella raga/rega” = ciao ragazzi

“Stai hacherando” = stai usando hack, cioè stai imbrogliando

“Sei stato killato” = sei stato ucciso

“Sei stato shottato” = sei stato colpito

“Sei stato bannato” = non puoi più giocare perché sei stato scorretto

“Che skill” = che bravura

“Hai joinato” = sei entrato in partita

“Sei AFK (Away From Keyboard)” = hai il computer acceso in un gioco, ma non lo stai usando

“Vi notifico” = vi informo

“Momenti epici” = i migliori momenti

“hai loggato” = hai dato le tue credenziali

“hai linkato” = hai inserito il link corretto per visualizzare una pagina di internet

“chattiamo” = ci scriviamo

“ON-LINE/OFF-LINE” = sei connesso o meno

“smanettare” = lavorare in maniera intuitiva e con costanza

“sei uno spam” = continui a scrivere commenti inappropriati solo per farti pubblicità

“Sei un cybernauta” = sei una persona che utilizza spesso computer e internet

Accannare” = significa smettere o terminare un rapporto con una persona

“Quella tipa s’accolla” = quella ragazza è troppo appiccicosa come la colla

“’Sto gioco mi ha stufato, rega’, accanniamolo” = questo gioco è noioso, smettiamo di giocarci 

Flashare/flesciare” = vedere di sfuggita qualcuno e confonderlo per un’altra persona oppure credere una cosa che in realtà non è mai successa (“Non ho mai detto così, hai flashato”)

“Fa rate” = è di pessima qualità, fa schifo

 

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *