arredamento asilo nido

Open day a Little England

In occasione del prossimo open day del nido e scuola materna di Little England, che si terrà sabato 19 novembre a Brescia, la maestra Stefania mi ha chiesto se potevo scrivere una testimonianza come mamma che ha 2 bambini nelle classi rispettivamente primavera e materna della scuola.

scuola bilingue brescia
Devo dire che la storia fra me e Little England è stato “amore a prima vista”, dopo una chiacchierata con la direttrice, nel gennaio 2010, Tommaso, che non era ancora nato, era già iscritto al nido per l’anno successivo…

Quell’incontro, che non mi ha più fatto fare ulteriori altre ricerche per la scuola di mio figlio, è stato esaustivo e chiarificatore e nulla di quanto è stato detto in quell’incontro si è poi rivelato diverso dalla realtà.

Niki mi espose il programma scolastico, peraltro molto nutrito,  che partendo dalle units di Kindermusik (il più importante programma di musica per bambini nel mondo) via, via, mese per mese, affronta le diverse tematiche utili per l’apprendimento dei bambini.

Open day Little England 1

 

Per chiarire meglio: il lunedì, per esempio, mio figlio Tommaso fa una lezione di Kindermusik con l’insegnante inglese su temi che possono essere: i trasporti, il corpo umano, i fenomeni atmosferici, i colori, il giorno e la notte, gli animali della fattoria e il gioco (questi sono gli argomenti per la classe Primavera, per chi ha 2-3 anni); durante il resto della settimana questi temi vengono ripresi a volte dall’insegnante inglese e a volte da quelle italiane per approfondire l’argomento. In che modo? Con giochi e quiz partendo da attività fatte anche a casa col genitore, attraverso laboratori di pittura o giochi “sporchevoli” con farine, tempere o altro ancora, laboratori di cucina, gioco dei travestimenti e altro ancora. Questo permette al bambino di apprendere senza fatica nuove parole e “cose del mondo” sia in italiano che in inglese in un periodo della vita (che dura fino a 7 anni) in cui la capacità di apprendimento del nostro cervello è elevatissima e l’orecchio è “musicale” cioè in grado di carpire il suono e poterlo riprodurre fedelmente. Per questo la pronuncia inglese di questi bambini è ottima.

Open day Little England 4

Per me, oltre che naturalmente la presenza fissa di un’insegnante qualificata madrelingua, la differenza fra l’asilo che frequentano Tommaso e Edoardo, rispetto ad altri, che poi nel tempo ho visitato, è proprio la presenza di un programma che permette loro di imparare tante cose divertendosi. Non meno importante è la guida dell’early years foundation stage (EYFS) che usano le insegnanti per affronare i vari argomenti e per osservare e “valutare” i bambini. Questo permette al genitore, a fine quadrimestre, di avere un quadro chiaro delle capacità acquisite dal bambino (importante soprattutto nel periodo 1-2 anni in cui i bambini ancora non parlano molto).

Open day Little England 5

Da ultimo, ma non meno importante è che le maestre, soprattutto nel nido e nella primavera sono dolcissime, delle vere e proprie mamme e anche il mio pupotto di 14 mesi, un mammone che non vuole nemmeno stare in braccio a suo papà, le adora e ogni mattina arriva a scuola col sorriso.

La buona educazione e l’autonomia del bambino sono altrettanto importanti. In classe i bambini di 2 anni sanno dire sempre “per favore” e “grazie” (non importa se poi a casa non lo fanno), lavarsi le mani, mangiare da soli, sparecchiare la tavola ecc.

Gli ambienti sono nuovi, gli strumenti e le attrezzature come giochi, libri in inglese e italiano sono sempre sostituiti quando vengono rovinati e per quel che riguarda la varietà e la bontà del menu della mensa interna, be’, quello basta leggerlo per farsi venire l’acquolina in bocca!

Open day Little England 6

IMPORTANTE: LIBRI CHE PARLANO DI BILINGUISMO
Little England propone anche diverse attività extra scolatiche a cui possono aderire sia gli iscritti che gli esterni: corsi di Kindermusik, teatro, musica, danza africana e poi ancora la possibilità di acquistare libri in inglese tramite la scuola a poco prezzo…insomma, essere a Little England significa anche essere inseriti in un network che dà al bambino molteplici opportunità per la sua crescita e il suo sviluppo sia nel suo lato “italiano” sia in quello “anglosassone”.

Chiaramente è una scuola che consiglierei dall’anno di età!

www.littlengland.it

di mamma Chiara

 

Tag:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.