“Liberi di giocare” di Germana Bruno

… se si è davvero liberi di giocare, non c’è gioco da maschi o da bambine, la fantasia non ha né genere né confine…

Germana Bruno

 

Testo della poesia

LIBERI DI GIOCARE
di Germana Bruno

C’è un mondo tutto rosa e coi fiocchetti
dove entrare non possono i maschietti,
ce n’è un altro più aggressivo e colorato
dove alle femminucce l’accesso è vietato.
Vorrei proprio sapere chi l’ha detto 
quel che è da femminuccia o da maschietto,
perché mi pare strano questo fatto,
se un gioco è per bambini a tutti è adatto.
Siam bimbi e siam bambine, mi sta bene,
però vogliam giocare tutti insieme,
se Paolo cullerà la bambolina,
Maria farà un giretto in macchinina.
C’è poi chi chiama “giochi” le pistole,
può esser gioco ciò che fa del male?
È tanto assurdo lasciamelo dire, 
pensar che un maschio questo possa fare.
Il gioco è proprio bello e fa imparare
se si è davvero liberi di giocare,
non c’è gioco da maschi o da bambine,
la fantasia non ha né genere né confine.

 

Ringrazio la maestra Germana per la condivisione delle sue poesie sul blog e vi invito a seguirla sulla sua pagina facebook: Germanabruno

Acquista il libro della maestra Germana qui


Altre poesie della maestra Germana Bruno

Parlami

Come una torta

Si riparte

CHIAMAMI MAESTRA

FILASTROCCA DELL’ADDIZIONE E DELLA SOTTRAZIONE SULLA LINEA DEI NUMERI di Germana Bruno

Piccolo principe

UN INVITO PER PAPA’

I DIRITTI DEI BAMBINI DELLE FIABE (“ Chi fa con tre fa per sé, per me e per te” Edizioni Galassia Arte)

Trasformazione

Malala. Poesia di Germana Bruno

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *