Eruzioni cutanee neonati: cause, conseguenze e prevenzione

La cura della pelle del bambino è fondamentale. La pelle del neonato è delicata e molto sensibile.
Circa il 20% dei bambini alla nascita presenta una sorta di acne sul proprio corpo: essa si manifesta con brufoletti, puntini bianchi o eruzioni su viso, mento, naso, gomiti e interno . Tali manifestazioni possono essere causate sia dagli ormoni prodotti durante la gravidanza che da cause esterne: spesso risultano essere una sorta di reazione della pelle al cambio di ambiente.

Quali sono le cause che provocano irritazioni alla pelle del neonato?

Tra le cause più comuni abbiamo:

Le sostante chimiche: queste sostanze, che si trovano in diversi prodotti, come contenitori di plastica, gomma e cosmetici causano irritazioni ed eruzioni cutanee in quanto tossici.
I coloranti presenti nell’abbigliamento: quando acquistate capi d’abbigliamento per bebè è fondamentale valutare oltre ai tessuti, le tinte usate per la colorazione. Esse devono essere anallergiche e atossiche.
Alcuni tipi di profumo: alcune creme e profumi per bambini risultano troppo aggressivi. E’ importante evitare paraffine, siliconi e petrolati e scegliere prodotti con profumazioni delicate o senza profumazioni.
Pannolino umido: la maggior parte delle irritazioni sono causate dal pannolino umido (per il sudore e la presenza di urina). Controllate spesso i pannolini, se risultano bagnati o sporchi cambiali immediatamente.
Esposizione al freddo: la pelle dei bambino può arrossarsi in seguito alla disidratazione dovuto al vento e al freddo. L’esposizione delle guance e di altre zone al vento, favorisce la perdita di acqua nella cute che per questo motivo si arrossa e si screpola.

Perché la pelle dei neonati risulta essere così delicata?

La pelle dei neonati non produce melanina: per questo motivo non devono essere esposti direttamente ai raggi solari (nemmeno in inverno).
Le ghiandole sebacee non sono del tutto sviluppate: i bebè non possiedono alcuno strato di grasso protettivo sulla loro pelle, per cui di conseguenza la loro pelle tende a seccarsi più facilmente.
La pelle ha un ph neutro: manca dunque il mantello acido, importante per proteggere le cellule dai fattori ambientali e da batteri e funghi. Il pH diventa acido dopo un mese e mezzo dalla nascita.

Eccovi alcuni consigli per aiutarvi a proteggere la pelle del vostro bambino:

1.Utilizzate un abbigliamento indicato per la pelle delicata e sensibile del vostro bebè: è preferibile orientarsi su materiali naturali come cotone, ciniglia, lino e seta ed evitare quelli sintetici che non garantiscono una corretta traspirazione della pelle. Sul sito web tutine neonato potrete trovare e acquistare tutine per maschietti e femminucce disponibili fino ad un anno di età, realizzate con tessuti naturali anallergici. Sono capi tessili 100% “Made In Italy”, pratici, comodi e belli da indossare. Troverete tutine indicate per ogni stagione, autunno/inverno e primavera/estate in diverse fantasie e colori.

2.Assicuratevi di scegliere prodotti per la detersione e l’idratazione della pelle delicati, senza coloranti, né onservanti, né siliconi. I prodotti più adatti, da avere sempre a portata di mano, sono senza dubbio:

 Amido di riso: perfetto per lenire irritazioni ed arrossamenti. Può essere sciolto nell’acqua del bagnetto.

 Paste a base di ossido di zinco: perfette per calmare gli arrossamenti provocati dalla dermatite da pannolino.

 Creme a base di calendula, olio di mandorle: per un’idratazione impeccabile.

3.Leggete attentamente le etichette e soprattutto le istruzioni del lavaggio presenti sui capi d’abbigliamento. I neonati hanno una pelle sensibile, per cui appena acquistate un nuovo vestito è necessario lavarlo (un’eccezione potrebbe essere fatta per i cappotti o altri vestiti che non hanno un contatto diretto con la pelle).I vestiti dei bambini devono essere lavati separatamente ed è consigliabile utilizzare detergenti specifici delicati per i bambini che evitino di causare irritazioni alla pelle. Una buona idea è usare qualche goccia di Napisan o Amuchina per disinfettare a fondo e ammorbidire leggermente le fibre dei tessuti.

4. Prestate attenzione anche a lenzuola e asciugamani per bebè: indirizzatevi verso tessuti in 100% cotone, privi di sostanze nocive, morbidi e resistenti al sudore.

5. Non fate il bagnetto al neonato troppo spesso: lavaggi frequenti tendono a rimuovere i lipidi naturali che proteggono la sua pelle.

6. Per prevenire la dermatite da pannolino assicuratevi che il bambino abbia sempre il sederino asciutto e pulito (cambiate spesso il pannolino). Lavatelo ed asciugatelo ad ogni singolo cambio, preferendo detergenti neutri ed asciugamani morbidi.

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *