Design e arredamento: il 2018 dei mobili

HOTEL SAN SALVADOR

Anche nel settore dell’interior design le mode cambiano ed evolvono alla velocità della luce: ecco, quindi, che il 2018 propone una ricca serie di novità in questo settore, sia per la scelta dei materiali che per l’introduzione o il ritorno di specifici colori, vedi il paragrafo dedicato all’argomento. Insomma, una eccezionale varietà di stili che segue i trend dettati dai brand di maggior prestigio. Spesso all’insegna del lusso, come dimostra il ritorno in auge del velluto,
destinato a essere il re della zona living e non solo: grazie al suo fascino, questo tessuto può essere adoperato non solo negli imbottiti, come ci si può facilmente attendere, ma anche per le tende.
Insomma, tra cuscini, divani e sedie, in soggiorno o in camera da letto si può beneficiare di una vera e piacevole esplosione di morbidezza.

Non solo marmo

Anche il marmo è destinato a essere menzionato nella lista dei “migliori attori protagonisti” del 2018: un materiale che è sempre molto amato e che, in questi mesi, viene riscoperto per i tavoli più grandi, venato o omogeneo, con sfumature più o meno scure. Per stare al passo con i trend del momento, poi, è bene seguire e mettere in pratica i dettami dello stile industrial: scegliendo tubi e mattoni in vista non si corre mai il rischio di sbagliare, ma un’ipotesi da prendere in considerazione è quella di una reinterpretazione più chic. Le tendenze 2018 ci obbligano ad abbinare sedie e poltrone di design a materiali come l‘acciaio, il metallo nero o il legno grezzo, i grandi marchi del design si sono sbizzarriti in questa direzione per facilitarci la vita, basta navigare tra le pagine di Poltrona Frau per rendersi conto di quanto una sedia possa essere “decisiva” per rendere ancora più eleganti e raffinati i nostri ambienti di casa: https://www.poltronafrau.com/it/catalogo/sedie.

Per una volta, invece, ci si può dimenticare del ferro e del cemento, senza dubbio apprezzabili per la loro resistenza e la loro solidità, ma un po’ troppo pesanti a livello estetico. Dal bagno alla sala da pranzo, sono diversi i locali in cui lo stile industrial può trovare applicazione: non va dimenticata la cucina, che può essere resa ancora più accogliente e conviviale con una scelta di colori appropriata.

I colori

Restando in tema di nuance e sfumature, in cucina il consiglio è quello di puntare sul cherry tomato, una variante di rosso che viene raccomandata negli ambienti contemporanei caratterizzati da un tocco minimal. Questa tinta è consigliata per i complementi di arredo che sono realizzati in materiale polimerico trasparente, dal momento che vengono messe in risalto le loro trasparenze e la loro brillantezza, con riflessi decisamente scenografici. Dando uno sguardo alle proposte di Pantone per quest’anno ci si imbatte in un altro rosso, vale a dire ilchili oil: il suo aspetto è abbastanza scuro, ma ciò non ne compromette in alcun modo eleganza e raffinatezza. Lo si può scegliere, per esempio, per i rivestimenti in velluto delle sedute. Infine, spazio alla vera novità di questi mesi, e cioè l’ultra violet, che non fa niente per passare inosservato: dedicato e destinato a chi non ha paura di osare.

Il verde in appartamento

Un ulteriore tocco di colore può essere quello green: non nel senso che le pareti del soggiorno devono essere dipinte di verde, ma nella prospettiva di portare un po’ di natura in casa. Lo stile jungalow è quello che fornisce i dettami e i trend più interessanti in proposito, consigliando di ricorrere a fiori e piante in ogni angolo. Se, però, gli spazi sono ridotti, ci si può accontentare di acquistare degli accessori decorativi con temi floreali o di puntare su tappezzerie e carte da parati le cui fantasie richiamino la natura, gli animali, il mare e la vegetazione. Nessun limite alla fantasia, insomma.

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *