Come far conoscere il mondo ai bambini? Grazie ad una scatola

A casa nostra è arrivato un pacco speciale da parte di una mamma altrettanto speciale: Ivette.

Non fatevi ingannare dal nome, Ivette non è francese ma spagnola ed abita nella nostra bella Roma con la sua famiglia. Amante dei viaggi e dell’avventura ha dovuto rallentare un pochino per seguire i figli ed ha portato in Italia un’idea che ha conosciuto ed amato nel suo paese d’origine e in Francia: la valigetta dalle mille attività.

Scrive nel suo sito:

La passione per il viaggio mi ha accompagnato tutta la vita perché non ho dubbi, una delle cose più belle da fare è viaggiare; la seconda immaginare e preparare il viaggio (certo non la valigia, questo è un po’ noioso…) e la terza ricordarlo.
Da quando sono diventata mamma però, ho scoperto un’altra cosa meravigliosa da fare: spiegare il mondo a un bambino.

E così Ivette ha deciso di far conoscere il mondo ai bambini, ai suoi e a tutti quelli che vogliono intraprendere un viaggio e conoscere una nuova cultura e lo fa utilizzando le “valigette”.

Mi ha raccontato che in Spagna le famiglie ordinano queste valigette organizzate e gestite non da grande case editrici, ma da mamme e insegnanti creative che presentano il loro progetto e lo seguono nei minimi particolari. Nella scatola non ci sono “prodotti” di serie ma semplici oggetti o materiale didattico curato e preparato artigianalmente.

Il suo obiettivo è quello di rendere il bambino protagonista dell’avventura. Così Ivette ha creato una collezione di esperienze che arrivano a casa ogni mese, dentro una valigetta, con l’obiettivo di fare appassionare il fanciullo alla scoperta e al rispetto di questo nostro meraviglioso Caro Pianeta.

logo caro pianeta

“Caro Pianeta” è il nome del progetto e dell’idea di Ivette ed è fatto di molte cose insieme, fra cui tre personaggi inventati:

Marco, Giovanna e il cane Hermes.

La storia che rappresenta lo sfondo integratore del progetto è rappresentata dall’amicizia di questi tre protagonisti.

Marco, Giovanna e il loro cane Hermes viaggiano per il mondo per andare a trovare i loro amici sparsi nel Pianeta.

Scrive Ivette nel suo sito:

 

Alla fine del viaggio ci mandano una valigetta raccontandoci il Paese o la città dove sono stati.

Dentro ci sono sempre molte sorprese; un libro, una lettera, le foto del viaggio, un gioco manuale che aiuta a sperimentare la cultura di quel posto e tutto il materiale che serve per scoprire posti, gente e culture diverse mentre si gioca e si passa un tempo di qualità insieme ai piccoli.

Quando è arrivato a casa nostra mi sono emozionata nell’aprire la scatola.

Come far conoscere il mondo ai bambini? Grazie ad una scatola

La cura e l’attenzione ai particolari mi ha colpita. All’interno c’era una busta con il mio nome e tante bustine e pacchetti.

far conoscere il mondo ai bambini

far conoscere il mondo ai bambini

far conoscere il mondo ai bambini

La valigetta che ho ricevuto aveva come tema il Giappone e all’interno c’era fotografie, la carta per fare gli origami (tantissimi fogli tutti colorati), i pennarelli e i washi tape. Fra le passioni dei bambini giapponesi ci sono proprio questi “washi tape” (che io non conoscevo) cioè dei nastri adesivi che si possono attaccare e staccare senza lasciare tracce quante volte si vuole e ti permettono di reinventare gli oggetti che più ti piacciono.

All’interno ci sono anche due librettini tutti colorati che ti raccontano le tradizioni del Giappone e ti propongono mille attività.

far conoscere il mondo ai bambini

Fate un giretto sul suo sito www.caropianeta.com e se volete fare un regalo al vostro bimbo … questo è quello giusto 😉

Un grazie speciale ad Ivette perché ha portato in Italia un progetto ed una didattica studiata per far conoscere il mondo ai bambini tipica del suo paese d’origine, è sempre bello e piacevole conoscere ed apprendere attraverso un modo diverso di fare scuola e di essere mamma.

Ivette con le sue bambine
Ivette con le sue bambine

 

"Attività". "Cose da fare con i bambini", "Educazione ambientale"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.