Casualmente (poesia di Germana Bruno)

HOTEL SAN SALVADOR

 

Testo della poesia della maestra Germana

CASUALMENTE
di Germana Bruno

E per caso venni ucciso su di un ponte,
da un casuale ed inutile passante,
che per caso teneva con sè un'arma,
casualmente con un colpo in canna.
E per caso era nera la mia pelle
ed il mio lavoro tra le bancarelle,
su quel ponte casualmente altre persone,
ma quel colpo prese me con precisione.
Se per caso cambiassimo le cose,
se mettessimo in canna fiori e rose,
se ci dessimo la mano casualmente,
poi, per caso, di brutto proprio niente.

Ringrazio la maestra Germana per la condivisione delle sue poesie sul blog e vi invito a seguirla sulla sua pagina facebook: Germanabruno

Acquista il libro della maestra Germana qui


Altre poesie della maestra Germana Bruno

“Liberi di giocare” di Germana Bruno

Parlami

Come una torta

Si riparte

CHIAMAMI MAESTRA

FILASTROCCA DELL’ADDIZIONE E DELLA SOTTRAZIONE SULLA LINEA DEI NUMERI di Germana Bruno

Piccolo principe

UN INVITO PER PAPA’

I DIRITTI DEI BAMBINI DELLE FIABE (“ Chi fa con tre fa per sé, per me e per te” Edizioni Galassia Arte)

Trasformazione

“Altre storie. Storie differenti per non restare indifferenti”, l’ultimo libro di Germana Bruno

 

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *